Rimedi: Carenza di Ferro

La carenza di ferro è una condizione che, se rinviata a lungo, può causare un indebolimento generale dell’organismo.

Poco ferro significa poca emoglobina, quindi un volume inferiore alla norma di globuli rossi e una inferiore ossigenazione. Non dobbiamo però spaventarci troppo. L’anemia da carenza di ferro può diventare davvero pericolosa solo quando i livelli di emoglobina si abbassano sotto i livelli di guardia di 7-8 g/dl di sangue.

 

Le Cause Della Carenza Di Ferro

La carenza di ferro si manifesta attraverso sintomi, quali:

Stanchezza:

Pallore;

Giramenti di testa e ronzii alle orecchie;

Battito cardiaco accelerato;

Polso debole;

Respiro affannoso;

Esistono vari fattori che predispongono la persona alla carenza di ferro. Tra questi, il principale, è rappresentato da una dieta povera di questo minerale.

Altre cause di carenza di ferro possono essere patologie quali diarrea, alterazioni gastro-intestinali, infezioni batteriche, perdite di sangue, gravidanza e allattamento e sport, soprattutto a livello agonistico.

 

Rimedi Alla Carenza Di Ferro

Con una regolare alimentazione si può bilanciare la quantità di ferro assorbita dall’organismo.

Tra gli alimenti maggiormente ricchi di ferro vi sono:

Uova;

Carne di manzo, di pollo e cavallo;

Fegato di bovino e frattaglie;

Spigole, seppie, cozze, vongole e ostriche;

Frutta secca (noci, mandorle, datteri, prugne);

Muesli;

Legumi, spinaci, barbabietole, broccoli e cavoli;

Cioccolato fondente;

Succo d’arancia e di limone (in quanto ricchi di vitamina C, favoriscono l’assorbimento del ferro);

Tra gli alimenti da evitare vi sono il tè e il caffè che, soprattutto se consumati durante pasti, riducono l’assorbimento del ferro.

No anche ai latticini a causa del calcio in essi contenuti. Le fonti vegetali, soprattutto le verdure a foglia verde e legumi, contengono ferro, che però difficilmente viene assimilato dall’intestino. Per facilitarne l’assorbimento dobbiamo unire questi vegetali a fonti di vitamina C.

X