Rimedi: Forfora

La forfora è un disturbo molto comune che colpisce sia uomini che donne di età compresa tra 12 e 40 anni, che si presenta attraverso la desquamazione del cuoio capelluto. Le successive scaglie che si creano sono residui di cellule morte che si formano troppo velocemente e che danno luogo al cosiddetto effetto neve.

La forfora può suddividersi in forfora secca e forfora grassa:

• La forfora secca aumenta nel periodo invernale e in periodi di forte stress.

• La forfora grassa invece produce squame giallastre che si distaccano dal cuoio capelluto; può essere accompagnata da dermatite seborroica.

 

Forfora: Le Cause

Non si conosce l’esatta genesi di questo disturbo. A tal riguardo sono state avanzate numerose teorie. La causa principale sembra essere la proliferazione del fungo Malassezia furfur, che vive sul cuoio capelluto.

Poi vi sono altre cause che possono concorrere alla formazione della forfora:

• Un’irregolarità ghiandolare, che provoca eccessiva produzione di sebo o secchezza;

• Eccessiva produzione di ormoni androgeni, come il testosterone;

• Stress;

• Predisposizione genetica;

• Errata alimentazione;

• Reazione dell’epidermide a gel o lacche per capelli;

• Inquinamento atmosferico;

Inoltre è possibile associare la forfora ad altri fattori che accentuano i sintomi, come:

Pelle secca: responsabile della forfora secca;

Pelle grassa: causata dalla cosiddetta dermatite seborroica, che determina la produzione di squame da cuoio capelluto, sopracciglia, lati del naso, orecchi;

Psoriasi: ossia  una malattia infiammatoria della pelle, cronica ma non infettiva, che colpisce l’1% della popolazione. Questa patologia si manifesta con chiazze rossastre e argentee che, formandosi su diverse parti del corpo, provocano una sensazione di prurito;

 

Forfora: I Rimedi

I rimedi alla forfora possono solo rendere meno accentuato il problema, ma purtroppo non esistono ancora trattamenti adeguati a sconfiggere definitivamente la patologia.

Di solito vengono prescritti shampoo cheratoregolatori e antinfiammatori, lozioni utili a ridurre la formazione di forfora e prurito. Inoltre possono essere utilizzati lenitivi ed emollienti che aiutano il distacco delle squame.

Ai pazienti può essere indicato l’aumento dei lavaggi e un cambio nella propria dieta (come l’assunzione maggiore di omega 3 e 6, di vitamine e la riduzione di cibi grassi). Infine nei casi più gravi il medico potrebbe prescrivere anche dei corticosteroidi.

Ai prodotti farmacologici, si affiancano i rimedi naturali, che applicati al cuoio capelluto, riducono prurito e squame.

Questi possono essere riassunti in:

• Bicarbonato di sodio, che applicato con acqua al momento del lavaggio, riduce l’infiammazione;

• Aceto di mele;

• Limone, che riduce la sensazione di pelle grassa;

• Shampoo naturale alla farina di ceci o alla rucola;

• Maschere per capelli al tuorlo d’uovo;

X

Ci prendiamo una breve pausa anche noi...

Gli ordini ricevuti dal giorno 11 agosto saranno evasi a partire dal 29 agosto